Vaso Tondo


vaso tondo IMG_3363

Questo Vaso è stato interamente foggiato a mano partendo dall’argilla cruda, utilizzando la tecnica del colombino che consiste nel sovrapporre strisce di terra una sull’altra fino ad ottenere la forma desiderata.

Una volta che la terra si è ben asciugata, il vaso é stato messo più o meno 9 ore nel forno per ottenere il “biscotto”; questa fase è molto importante perchè è qui che, grazie ad un processo chimico in alta temperatura, l’argilla diventa terra cotta e ottiene  la sua solidità.

A questo punto siamo passati alla smaltatura lasciando scoperte alcune zone che alla fine risulteranno nere per riduzione e abbiamo rimesso il pezzo nel forno.

Una volta raggiunta la temperatura di fusione degli smalti (in questo caso cristallina bianca), abbiamo estratto il pezzo incandescente dal forno e buttato nella segatura prendendo fuoco.

Nel Raku questa tappa è importantissima ed è qui che il ceramista si mette in gioco…deve decidere sul momento come comportarsi e come fare reagire i vari elementi…acqua, aria, terra, fuoco…se far risaltare di più i colori o i metalli, se fare più o meno cracquelè e dove, se interrompere o meno il processo con l’acqua…è entusiasmante e sempre sorprendente perchè non si ha mai il completo controllo…

E voilà il risultato!

 

 

Vaso Tondo


vaso tondo IMG_3363

Questo Vaso è stato interamente foggiato a mano partendo dall’argilla cruda, utilizzando la tecnica del colombino che consiste nel sovrapporre strisce di terra una sull’altra fino ad ottenere la forma desiderata.

Una volta che la terra si è ben asciugata, il vaso é stato messo più o meno 9 ore nel forno per ottenere il “biscotto”; questa fase è molto importante perchè è qui che, grazie ad un processo chimico in alta temperatura, l’argilla diventa terra cotta e ottiene  la sua solidità.

A questo punto siamo passati alla smaltatura lasciando scoperte alcune zone che alla fine risulteranno nere per riduzione e abbiamo rimesso il pezzo nel forno.

Una volta raggiunta la temperatura di fusione degli smalti (in questo caso cristallina bianca), abbiamo estratto il pezzo incandescente dal forno e buttato nella segatura prendendo fuoco.

Nel Raku questa tappa è importantissima ed è qui che il ceramista si mette in gioco…deve decidere sul momento come comportarsi e come fare reagire i vari elementi…acqua, aria, terra, fuoco…se far risaltare di più i colori o i metalli, se fare più o meno cracquelè e dove, se interrompere o meno il processo con l’acqua…è entusiasmante e sempre sorprendente perchè non si ha mai il completo controllo…

E voilà il risultato!